Community Based Marketing: cos’è e perché è importante

Abbiamo parlato spesso di quanto sia importante pianificare una strategia di marketing che preveda la costruzione di una relazione forte e duratura con gli utenti.

Infatti, gli utenti non desiderano solo un prodotto da acquistare, ma anche una connessione con il brand e la sua community di clienti.

Come emerso dagli studi condotti da Salesforce, “l’84% dei consumatori dice che trattare i clienti come persone e non come numeri è molto importante per le aziende di successo”.

Proprio per la necessità di interagire con gli utenti, il community based marketing è una strategia di marketing fondamentale.

Indice dei contenuti

Cos’è una community

Una community è un luogo di condivisione per persone che hanno interessi simili, come un gruppo su Facebook oppure un forum online.

Grazie alla community gli utenti che ne fanno parte sono accomunati da un senso di appartenenza a qualcosa e sentono un legame tra di loro.

Le brand communities permettono ai clienti di uno specifico brand di relazionarsi tra loro e con la marca stessa.

Cos’è il community based marketing

Il community based marketing è una strategia di marketing basata sul fatto che gli umani sono esseri sociali e, come tali, desiderano interagire con gli altri.

È il modo in cui un brand crea e rafforza i legami con la sua community.
Per fare questo, è necessario intraprendere conversazioni e creare opportunità di interazione.

La creazione e la gestione di una community è un processo che richiede tempo, pazienza e costanza. Devi ascoltare i tuoi utenti, capire cosa desiderano e quali sono i loro dubbi e aiutarli in caso di difficoltà.

Lego Community

Un esempio di successo è quello di Lego.

Lego ha creato la community Lego Ideas, dove gli utenti possono creare prodotti, verificare le proposte, votare le loro preferite e lasciare commenti. Le proposte più votate diventano prodotti Lego e l’inventore ottiene anche una percentuale sulle vendite finali.

Perché impostare una strategia di community based marketing

Impostare una strategia di community based marketing permette di ricevere feedback, migliorare la customer experience, incrementare il brand engagement e la brand loyalty e crescere attraverso il passaparola.

Ricevere Feedback

Grazie alle communities puoi capire cosa pensano i clienti dei tuoi prodotti e del tuo brand e, di conseguenza, quali elementi migliorare.

Puoi comprendere quali sono i bisogni e i desideri dei tuoi clienti e modificare i tuoi prodotti e servizi in modo che rispondano meglio alle loro esigenze. In questo modo, avrai clienti soddisfatti e fidelizzati.

Migliorare la Customer Experience

Il community based marketing permette di ascoltare i clienti, di rispondere alle loro domande, chiarire i loro dubbi, capire quali sono gli aspetti del brand che preferiscono e quali non sono graditi.

Grazie a queste informazioni e a tutte le opinioni che gli utenti condividono nella community, è possibile modificare la customer experience, in modo da renderla il migliore possibile.

Incrementare il brand engagement e la brand loyalty

Grazie alle communities, i clienti si sentono ascoltati, seguiti, aiutati e compresi. Per questo motivo saranno fedeli al tuo brand.

Inoltre, le communities sono strumenti utili per aumentare il brand engagement, cioè il coinvolgimento emotivo che il cliente prova nei confronti della marca.

Per incrementarlo puoi, per esempio, incentivare nella tua community gli User Generated Content, cioè contenuti creati dai tuoi utenti, come foto che catturano i momenti in cui utilizzano il tuo prodotto.

User Generated Content Bauli

Un esempio di come Bauli Italia ha incentivato la sua community a condividere una foto rappresentante il loro modo di attendere il Natale. Le immagini migliori sono state poi selezionate per creare il calendario dell’avvento di Bauli.

Crescita attraverso il passaparola

Il community based marketing funziona soprattutto grazie al passaparola da cliente a cliente.

Il word of mouth (passaparola) su internet viene fatto attraverso le ricondivisioni dei tuoi post sui social e le recensioni.

Più i tuoi utenti sentiranno di essere parte integrante della tua community, più aiuteranno la crescita della tua attività attraverso il community based marketing.

Quindi tutto ciò che devi fare è soddisfare il tuo utente, in questo modo lui genererà il passaparola.

Come impostare una strategia di community based marketing

Raccogli informazioni

La prima fase di qualsiasi strategia di marketing è costituita dalla ricerca.
Prima di creare e gestire la tua community, devi raccogliere informazioni sulle communities online dei tuoi competitors.

Devi capire quali problemi risolvono i loro prodotti, quali sono i valori condivisi dai membri delle communities e il brand competitor e come i competitors attirano i membri delle loro communities. In questo modo capirai come funzionano le communities online.

Raccogliendo questi dati, inoltre, comprenderai quale è il tuo pubblico target e potrai crearci la tua community intorno.

Sii un membro attivo della community e interagisci

Per usufruire di tutti i vantaggi che il community based marketing può offrire, devi essere un membro attivo della tua community.

Partecipa, fai domande, commenta, interagisci ogni volta che puoi.

Potresti, per esempio, creare dei post in cui chiedi quali vorrebbero che fossero i prossimi contenuti oppure organizzare una sessione di questions and answers, in cui chiarire ogni tipo di dubbio degli utenti riguardante prodotti, brand o azienda.

Incentiva programmi di brand advocacy e influencer marketing

Abbiamo visto come il community based marketing si basa sul passaparola. Grazie al word of mouth il tuo brand viene percepito positivamente e sempre più persone vogliono far parte della tua community.

Per incrementare questo passaparola puoi pianificare programmi di brand advocacy e influencer marketing.

Gli influencer, facendo recensioni positive dei tuoi prodotti, possono orientare l’opinione che i membri della loro community hanno del tuo brand.

Invece, grazie al brand advocacy, il cliente, essendo particolarmente affezionato al brand, supporta la tua azienda e consiglia il tuo marchio a nuove persone, in modo spontaneo.
Gli advocates intraprendono conversazioni, organizzano eventi, fanno sentire benvenuti i nuovi arrivati.

Queste persone svolgono un ruolo importante all’interno delle communities, per questo motivo le aziende devono creare delle relazioni con loro e devono motivarli a dare il loro contributo, magari con qualche premio in cambio.

Per concludere, quindi, nel community based marketing l’utente svolge il ruolo di protagonista. Produce contenuti, viene ascoltato, interagisce con altri utenti e con il brand.

E tu come interagisci con la tua community?

Per rimanere aggiornato sulle novità di Discovery iscriviti alla newsletter

Fallo scoprire anche ai tuoi amici.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Michela Catapano

Michela Catapano

Laureata in Scienze della Comunicazione ed appassionata dal mondo del Digital Marketing, in particolare dai social. Ad oggi sto intraprendendo le mie prime esperienze lavorative nell'ambito del Content Marketing, per potermi costruire le basi per una carriera in questo campo.

Continua a scoprire.

Unisciti alla community Everythinx per essere sempre un passo avanti!

Accedi

Non sei ancora iscritto? Registrati

Ora sei uno dei nostri!

Iscrizione effettuata con successo.