Il Growth Marketing: cos’è e come si differenzia dal Marketing

Scritto da

Indice

Condividi
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
23 Giu 2023

Le tecnologie attuali ci permettono di gestire ogni aspetto del nostro business in tempo reale, di controllare e acquisire una quantità cospicua di dati, e di verificarne gli output passo dopo passo.

Queste possibilità favoriscono un approccio al Marketing data driven, basato sui loop e sui test di verifica, che danno vita all’approccio Growth Marketing. Vediamolo meglio.

Indice dei contenuti

Cos’è il Growth Marketing?

Il concetto di Growth Marketing, coniato da Sean Ellis nel 2010, ha dato inizio ad una nuova era nel mondo del Digital Marketing.
Per quanto il profitto continui a rimanere centrale è il processo per massimizzarlo che in quest’ottica fa davvero la differenza e le start up ne sono un esempio, con il loro lasciarsi alle spalle il marketing tradizionale a favore delle soluzioni più innovative.

L’obiettivo principale è quindi concentrarsi su fare crescere il proprio business, senza strategie statiche.

Growth Marketing Venn

 

 

In parole povere, il Growth Marketing considera ogni Funnel delle vendite per trovare nuove opzioni strategiche utili alla crescita e all’incremento della base degli utenti, nel modo più rapido e meno costoso possibile, intersecando l’analisi dei dati, lo sviluppo del prodotto e il marketing più recente e modulandoli di pari passo, in un feedback costante che si interseca con la UX e la cambia di pari passo.

Growth Marketing vs Marketing

È importante sottolineare come il growth marketing non rimpiazzi il marketing del passato, in quanto sono complementari, e il secondo integra tutte le metriche e i metodi del primo in una visione più ampia.

Le differenze chiave sono riassumibili in 4 punti principali:

  • Un Growth Marketer utilizza l’intero Pirate Funnel, incluse le fasi di Retention e Referral, mentre la maggioranza dei marketers si concentrano su Awareness e Acquisition.
  • Un Growth Marketer testa ogni giorno i propri risultati per seguire sempre la direzione scientificamente più valida, guidato dai data; il marketer lavora su progetti più ampi, senza controllarli costantemente.
  • Un Growth Marketer ha più abilità tecniche, come la programmazione, tooling e l’automazione.
  • Un Growth Marketer segue il prodotto, al fine di seguire anche il mantenimento dei clienti attivi.

Il posizionamento del Growth Marketing nel mercato

Il modello e il mindset del Growth Marketing è rilevante in primis per le start up con bassi budget, dove i marketers cercano di esplorare ogni nuova opportunità nel Funnel per far crescere il proprio business. Le abilità necessarie formano una caratteristica T

T-Shaped-Growth-Hacker-Skills-2019
Fonte https://growwithward.com/growth-hacker-skills/

 

 

Si cerca così di offrire qualcosa di totalmente nuovo e diverso, per ottenere un vantaggio competitivo. Uber e Airbnb sono esempi perfetti di grandi strategie di Growth Marketing, essendo cresciute grazie alla modalità innovativa, data driven e ottimizzato con cui hanno soddisfatto le necessità dei clienti digitalizzati.

Quali sono le migliori tecniche del Growth Marketing?

Il Growth Marketing non ha limitazioni sulla tipologia di strumenti o tecnologie utilizzate. Gli obiettivi sono guidati da risultati focalizzati sull’analisi dei data, A/B testing e conversioni che hanno un ruolo centrale per sviluppare una soluzione ai propri obiettivi e garantire il successo.

Un Growth Marketing Manager comincerebbe così con il tenere conto in primis dei seguenti aspetti:

  • Comportamento dell’Utente
  • Sperimentazione Scientifica
  • Promozioni mirate

Dall’analisi dei data che ne derivano si riesce a quantificare al meglio i bisogni e decidere la strategia per accelerare la crescita e il profitto.

Vi sono diverse tecniche di Growth Marketing, riproponiamo la lista delle “15 Best Growth Hacking Technique & Ideas” di Eliv8

  • Cerca un pubblico di terze parti : quando fai Guest Blogging o dei Podcast ottieni dei Backlink solidi, connettiti con gli Influencers e ottieni copertura dalla stampa, otterrai un pubblico stabile
  • Sfrutta Piattaforme di terze parti : identifica e iscriviti ai siti o app che hanno il pubblico che cerchi, puoi anche promuoverci i tuoi prodotti. Basta segnarsi in app come Yelp per trovare il forum di nicchia perfetto
  • Targetizza i fan dei tuoi competitor : attraverso i tool a pagamento e organici dei social è facilissimo venire a contatto con la fanbase dei tuoi competitor, per intercettarla
  • Crea contenuto per il Buyer Journey : non fare solo del contenuto di qualità, cerca anche di soddisfare le domande e i problemi che le persone hanno per ogni fase ricercando online, con del contenuto adatto.
  • Crea Contenuto Specifico per la Pagina : anche “Content Upgrade” utile per ottenere più leads dal tuo sito, offrendo contenuto rilevante con la pagina visitata. Ads dinamiche basate sull’articolo aiutano, molto.
  • Fai una Email List mirata : Segmenta i tuoi clienti secondo la tua prospettiva e educali sui tuoi prodotti e servizi. Più grande, meglio è.
  • Personalizza l’Esperienza : 30% delle vendite di Amazon vengono dalle raccomandazioni, dovute alle vendite contestuali che danno al cliente quel che vuole e che anche tu puoi attuare
  • Notifiche sull’Abbandono del Carrello : 68% degli acquisti sono abbandonati, per svariati motivi. Puoi portare indietro il cliente con una mail, che offra più contesto e ulteriori offerte
  • Ospita Concorsi : collezionando le info sui partecipanti sarai capace di far crescere la tua mailing list alla velocità della luce.
  • Costruisci una Comunità Esclusiva : Compito complesso, Burberry ha fatto salire del 50% le proprie vendite costruendosi la propria community online, promuovendo contenuto generato dall’utente attraverso specifici hashtags.
  • Premia Sharing e Referral : Le persone hanno una possibilità 4 volte più ampia di agire se è un amico a consigliarli. Con la piattaforma adatta puoi concedere i dovuti bonus a chi fa del passaparola ufficiale.
  • ADS per il Retargeting : fai tornare i visitatori indietro al tuo sito con le giuste ads, il retargeting puo’ aumentare le ricerche del 1000% e le visite del 720% dopo 4 settimane.
  • Usa i tuai Data :  i tool di analytics ti permettono di analizzare al meglio i tuoi canali, per capire dove avvengono lead generation e conversioni e migliorare per davvero i tuoi ROI

Le variabili  che influiscono su un piano marketing sono innumerevoli, dagli andamenti dell’economia e delle finanze dei privati, ai cambiamenti sociali, tecnologici, di costume e di opinione pubblica, si tratta tutte di variabili non prevedibili.

Il Growth Marketing invece cerca di ovviare a tutto cio’ con l’High Tempo Testing, formata da fasi di Ideazione, Prioritizzazione, Testing e Analisi, che possono alternarsi in tempi brevissimi. Così si raccoglieranno più dati possibili, con un investimento minimo.

Questi e altri sono i vantaggi di un approccio Growth Marketing.

Cosa ne pensi di quest’approccio innovativo al marketing tradizionale? Saresti pronto ad adottarlo?

Continua a seguirci per scoprire altre novità sul questo campo, iscriviti alla newsletter!

 

 

Funzione riservata agli iscritti.

Iscriviti gratuitamente a Everythinx e accedi subito a funzioni e contenuti premium.

Hai già un account? Accedi